Efrem Bartoletti

EFREM BARTOLETTI

POETA, POLITICO, EMIGRANTE, MINATORE


CINQUANTESIMO ANNIVERSARIO DELLA MORTE
20 AGOSTO 1961 - 20 AGOSTO 2011

Cinquant’anni fa, il 20 agosto 1961, moriva a Scranton (Pennsylvania, U.S.A.), Efrem Bartoletti, poeta, politico, emigrante, minatore. Era nato a Costacciaro (PG) il 10 gennaio 1889. Questo anniversario invita ad un momento di attenzione verso questo uomo.
Molti hanno apprezzato lo sforzo che il Comune di Costacciaro, sotto la guida del compianto sindaco Giuseppe Morelli, ha fatto per farlo conoscere negli ambienti interessati a quei tempi e alla vita di un personaggio che è vissuto in un momento di grandi fibrillazioni storiche, lottando e poetando per le sue idee, sia in America che in Italia, dove subì la dittatura nelle sue violenze fisiche e morali.
In questo centocinquantesimo anniversario dell’Unità d’Italia lo si può anche ricordare come Efrem Bartoletti, agitatore dei due mondi.
Nei cinquant’anni trascorsi molti studiosi lo hanno citato, come si può desumere dalla interessante bibliografia, in cui viene sempre presentato come attivista politico e poeta che espresse con la poesia i suoi sentimenti e quelli dei compagni di lotta.
La tempra di alcune poesie hanno ispirato anche alcuni musicisti, che intuirono in quei versi l’istintivo impulso, spesso rabbioso, verso la libertà.
La bella ode dedicata alla grotta di Monte Cucco lo annovera fra i maggiori poesti di argomento speleologico.
L’America lo accolse due volte, prima come contestatore, poi come cittadino americano nel periodo in cui questa si trovò a combattere contro la sua patria d’origine in una guerra sconsiderata, che la stessa dittatura fascista, che lo aveva costretto all’esilio, aveva scatenato.
Molto resta ancora da fare per restituire ad Efrem Bartoletti il giusto posto a Costacciaro, dove nacque e dove svolse una breve ma significativa azione politica, in Umbria, a Hibbing, nel Minnesota, dove combattè con la sua penna tagliente, e a Scranton, dove visse gli ultimi anni di vita nella nostalgia del borgo originario e dove morì.
I documenti della sua vita sono a disposizione di coloro che desiderano approfondire la biografia di questo uomo.
Intanto chi lo apprezza lo ricordi con la serenità data da un cinquantennio che ha cambiato molte cose e molte idee.

BIOGRAFIA

Efrem Bartoletti nasce a Costacciaro, in provincia di Perugia, il 10 gennaio 1889, secondogenito di Giuseppe Bartoletti e Loreta Mariani. La famiglia comprende anche i fratelli Artemio, Angelo, Maria e Giulio. Nel paese natale frequenta la scuola fino alla terza elementare.
Verso il 1909 decide di andare a cercare lavoro negli Stati Uniti d'America. Si stabilisce a Hibbing, nel Minnesota, dove viene assunto come minatore nelle locali miniere di ferro.
Ben presto si inserisce nell'ambiente politico e sindacale della sinistra statunitense e aderisce a numerose associazioni e comitati. Risalgono a questi anni le frequentazioni di personaggi di spicco del socialismo americano e i numerosi contributi di poesie e scritti a carattere sociale, pubblicati in giornali e riviste. Vanno particolarmente ricordati i vincoli di amicizia che lo legano a De Amicis e Peretta del giornale "L'Operaio Italiano" e "Giustizia", a Tripodo de "Il Messaggero", a Faggi e Renzi de "Il Proletario". In questo ambito vanno sottolineate la collaborazione e l'amicizia con Carlo Tresca, uno degli attivisti principali del movimento operaio americano di sinistra, direttore prima dell'"Avvenire" e poi de "Il Martello".
A Hibbing fonda e dirige il "Club Politico Italiano di Beneficienza" ed è animatore dell'associazione "Industrial Workers of the World" (I.W.W.) e soprattutto della "Metal Mine Workers Industrial Union", di cui è fervente sostenitore e divulgatore accanto a Giuseppe Mangano della Libreria Editrice della "I.W.W.".
Sebbene occupato dai numerosi impegni lavorativi e sindacali intrattiene una fitta corrispondenza con compagni e compaesani immigrati negli Stati Uniti e con i familiari ed amici in patria.
La Grande Guerra determina l'arruolamento dei fratelli, con i quali diventa difficile mantenere la corrispondenza.
Nel frattempo gli avvenimenti che si verificano in Russia riscaldano l'ambiente operaio americano. Le autorità statunitensi reagiscono duramente. Tresca, Pieri, Robba e numerosissimi altri amici sono arrestati. Efrem reagisce diventando un attivista di primo piano nei comitati sorti in difesa dei perseguitati.
E' probabile che la difficile situazione che si è creata, i pesanti condizionamenti ai quali è sottoposto, insieme al desiderio di rivedere la famiglia e l'Italia determinino il ritorno al suo paese d'origine nel 1919.

A Costacciaro si inserisce immediatamente nel movimento socialista locale. Nel 1920 si candida alle elezioni di Sindaco e viene eletto, grazie al forte impegno, alla conoscenza della politica e alle doti di comunicatore. Sposa Petronilla Bartoletti di Sigillo, dalla quale nel 1924 ha l'unica figlia, Igea.
Riprende l'attività sindacale, aderisce a circoli politici e culturali e assieme a Gedeone Antinucci da vita alla "Cooperativa di Consumo Monteccucco", che opera fino al 1924. In questo periodo forte è il suo interesse verso il neocostituito "Partito Comunista d'Italia", ma l'adesione al "Partito Socialista Italiano" resta indiscussa.
Questi sono gli anni difficili del primo dopoguerra. Il Sindaco socialista di Costacciaro ha vita difficile. Viene pubblicamente schiaffeggiato e una sera è costretto ad una fuga precipitosa attraverso il tetto della sua casa di Corso Mazzini e quelli delle case contigue per l'irruzione di una squadraccia fascista che vuole bastonarlo. La provvidenziale ospitalità di Giuseppe Giuliarelli, la cui dimora si trova di fronte alla chiesa di San Francesco, gli consente di mettersi in salvo. E' comunque costretto a numerosi mesi di latitanza. Ma la stima dei compaesani, anche di quelli della parte politica avversa gli permette di riprendere un'esistenza normale. Grazie all'interessamento dell'Onorevole Giambattista Miliani di Fabriano riesce ad ottenere la rappresentanza di alcune prestigiose Compagnie di navigazione, che in quegli anni di grande emigrazione, gli permette di sostentarsi.
Le leggi speciali del 1926 ed il clima intimidatorio che si instaura ovunque lo inducono a ripartire per l'America, con l'aiuto del fratello Angelo, che rileva la sua rappresentanza presso le Compagnie di navigazione. Il 5 aprile 1930 s'imbarca con la moglie e la figlia sulla nave "Conte Grande". Giunto negli Stati Uniti si stabilisce a Scranton, in Pennsylvania. Non rivedrà mai più l'Italia.

L'amara esperienza italiana, il lavoro, gli impegni familiari e la paura di compromettere i parenti rimasti in patria ne riducono l'attività politica. La corrispondenza, anche a causa della censura, diminuisce notevolmente. Risalgono comunque a questo secondo e definitivo soggiorno americano altri numerosi ed interessanti poemi e scritti di carattere politico e sindacale, che si aggiungono ai precedenti.
Il padre Giuseppe muore nel 1937 e la madre Loreta nel 1943. La seconda Guerra Mondiale interrompe ogni comunicazione con i familiari, comunicazione che riprende nel secondo dopoguerra con i fratelli Giulio ed Angelo, che ne ha conservato con cura e grande rischio centinaia di lettere e giornali dell'attività politica e culturale del fratello per tutto il periodo fascista.
La pensione, le malattie e la vecchiaia ne riducono ulteriormente l'attività, fino alla morte che lo coglie a Scranton il 20 agosto 1961.
Malgrado la sua limitata istruzione e un difetto agli arti inferiori riesce a sprigionare attraverso gli scritti e le azioni una straordinaria energia di fervente socialista. La sua fede politica nonostante gli spiacevoli eventi americani ed italiani non viene mai meno.
L'opera politica e sociale di Efrem Bartoletti, portata avanti nell'arco di tutta la sua esistenza, coincide con un periodo di grandi speranze e di delusioni cocenti per gli eventi storici che caratterizzano la prima metà del secolo XX e riflette assai bene lo sviluppo dei movimenti della sinistra politica e dei sindacati sia in America che in Italia.

Nostalgie Proletarie
Nostalgie Proletarie
Nel Sogno dell'oltretomba
Nel Sogno dell'oltretomba

Nell'ambito della sua produzione letteraria sono da ricordare le seguenti composizioni e pubblicazioni:

Riflessioni poetiche
Riflessioni poetiche
Evocazioni e ricordi
Evocazioni e ricordi

L'ARCHIVIO BARTOLETTI

Efrem Bartoletti, partendo definitivamente per gli Stati Uniti d’America nel 1930, lasciò lettere, documenti, giornali e riviste al fratello Angelo che li conservò nascostamente durante i difficili anni del fascismo con grave rischio e ai quali aggiunse altro materiale con documenti che vanno dal 1770 in poi, numerosi giornali d’epoca e molti reperti della sua attività di rappresentante della Società di Navigazione Italia che permise a molti emigranti di espatriare.

L’archivio Bartoletti è ora conservato da Romano Guerra il quale, col patrocinio del Comune di Costacciaro (Perugia) ha realizzato un CD con centinaia di documenti a disposizione degli interessati.
Nel 2007 lo stesso archivio è stato aggiornato e pubblicato su internet. Per la sua visualizzazione è necessario l'Adobe Acrobat Reader reperibile qui.

Nell’anno 2000 il Comune di Costacciaro ha intitolato ad Efrem Bartoletti le locali scuole medie.
Lo stesso Comune nel 2001 provvedeva a ristampare in uno splendido volume di oltre 400 pagine le poesie di Efrem Bartoletti nell’ ambito del programma "Alla scoperta delle nostre radici".
Annualmente, durante i festeggiamenti del Beato Tommaso (prima domenica di Settembre) viene dedicata una serata ad Efrem Bartoletti con conferenze e dibattiti.
Informazioni su CD, libro ed eventi presso il Comune di Costacciaro telefono 075 9170271.

Sono inoltre disponibili le conferenze di Romano Guerra con 100 diapositive:

BIBLIOGRAFIA

MUSICA ISPIRATA DALLE POESIE DI EFREM BARTOLETTI

Si ringrazia tutti coloro che segnaleranno citazioni e musiche ispirate da Efrem Bartoletti

DOCUMENTI

Nome del documento Dimensioni
Alberico Gambucci 534k
Angelo Faggi - Il Proletario 2403k
Avv. Matteucci del 7-11-1924 85k
Avv. N. Vantaggi del 7-8-1921 119k
Banca popolare cooperativa subappenina 533k
Biglietto da visita 1967k
Bologna 20-6-1921 83k
B. Gigliotti 609k
Cartolina de L'Avanti del 23-9-1920 10102k
Cartolina de La Rivendicazione del 29-12-1920 10533k
Cartoline 49453k
Certificato elettorale 82k
Certificato medico 6 dicembre 1909 75k
Clemente Galli 6-6-1921 329k
Comitato d'Azione 24-12-1920 Pietro Farini 79k
Comitato generale di difesa dell'I.W.W 2496k
Comitato Pieri e Bobba 6536k
Congresso di Orvieto 13-2-1921 201k
Consiglieri Provinciali 22k
Cooperativa di consumo Montecucco 24785k
Costacciaro 14-7-1920 Atti del Municipio 321k
Costacciaro 19-7-1920 129k
Costacciaro 28-9-1921 113k
Costacciaro 3-8-1920 194k
Direzione del PSI del 10-1-1924 278k
Distinta per viaggio 177k
Elenco dei consiglieri provinciali 196k
Elezioni amministrative 1920 47k
Enrico Cibati 22-1-1921 303k
Esecutivo 1924 169k
Fascio costacciarese di combattimento 61k
Federazione provinciale comunista di Spoleto del 13-4-1921 155k
Federazione provinciale comunista umbra del 2-4-1921 162k
Federazione socialista umbra del 18-2-1920 401k
Federazione socialista umbra del 7-3-1922 92k
Federazione socialista umbra del 9-4-1921 78k
Filippo 2478k
Foligno 16-12-1920 166k
Fotografie 18866k
G. Romano 1919 83k
Gedeone Antinucci 25-1-1925 116k
Gedeone Antinucci 28-9-1924 100k
Gedeone Antinucci 3-1-1925 234k
Gedeone Antinucci 4-3-1925 103k
Gedeone Antinucci 6-2-1925 166k
George Andreytching 252k
Giovanni Baldazzi 368k
Giovanni Ricco 394k
Gualdo Tadino 1920-21 Siro Storelli 945k
Henry Windle 152k
Il Martello - Carlo Tresca 2283k
Italian Bakers Federation 404k
Joe 13-4-1920 726k
Joe Ettor 974k
John Marchegiani 232k
L'Avvenire - Carlo Tresca 1913-17 2830k
L'Operaio italiano - Altoona 2913k
L'opera dei fascisti a Costacciaro - Diario 2802k
L. Como 357k
L. Parenti 13-8-1918 11153k
L. Salvacci 1918 72k
Legge per la difesa dello stato 261k
Libreria editrice dei lavoratori industriali del mondo 1918-19 2871k
Luigi Galli 1918 171k
Metal Mine Workers Industrial Union 9682k
Modulo per espatrio 211k
N. Fazio 1918 250k
Niccolò Tripodo 422k
Nomina a consigliere comunale 112k
Nomina a consigliere provinciale 132k
Nomina a Sindaco di Costacciaro 129k
On. Miliani del 14-6-1927 64k
P. De Amicis 5606k
Partito comunista d'Italia 17-3-1921 366k
Perugia 18-2-1921 502k
Perugia 9-8-1920 105k
Pieri 1919 1033k
Pietro Costanzi 14-1-1922 114k
Precetto 112k
Rettifica 154k
Ribolla 12-1-1921 Mariani Deodato 308k
Ricevuta de Il Comunista 72k
Roma 2-12-1923 171k
Roma 2-12-1924 232k
Roma 3-6-1920 132k
Romolo - Kansas City 24-10-1919 1509k
Secondo Antinucci 3130k
Secondo Palazzari 4-11-1918 10275k
Senza titolo 71k
Servizio di leva 52k
Situazione di famiglia 149k
Stato civile 158k
Statuto della Societa di Mutuo Soccorso 4475k
Tessera del Partito Socialista Italiano 16867k
Torre de' Calzolari 12-11-1920 356k
Umberto Nieri 1919 113k
Umbria Proletaria - Roma 18-12-1922 208k
Umbria Proletaria del 17-11-1924 157k
Urbania 21-10-1921 86k
Vaglia per L'Avanti del 15-12-1924 61k
Volantini 564k

POEMI E POESIE

Nome del documento Dimensioni
Ad un teschio insepolto di Starr 300k
Al mutilato Avv Francesco Matteucci 2444k
Appello e voci lontane 539k
Appello e voci lontane (dattiloscritto) 173k
A chi legge e ragiona 664k
A mia cugina M. Bartoletti e A. Cavalieri sposi 160k
Conferenza 1188k
Convalescente 72k
Cosi' nel gran crepuscolo 456k
Dai rigor de l'inverno 138k
Discorso Inaugurale 21-9-1913 601k
Discorso Inaugurale 22-6-1913 1391k
Dopo lo sciopero del Mesaba 356k
Due martiri 150k
Epitalamaio 43k
Evocazioni e ricordi 22938k
Gompers l'Idrofobo 31k
Hibbing 17-8-1914 1069k
Il canto dei Bolsheviki 180k
Il canto della vendetta 134k
Il sacco di Fossombrone 749k
Il Trionfo di Cristo 15760k
Inno dei minatori del ferro 77k
Inno sportivo della Gioventu' Comunista Umbra 59k
Invettiva di Dante 1683k
I Pellegrini rossi 326k
L'eccidio notturno 163k
L'ombra di Garibaldi e gli eroi d'oggi 900k
La bibbia delle ombre - Dedicato a Velia Matteotti 1585k
La Colombiade 1157k
La Grotta Giusti 257k
La rivendicazione 115k
Le Satire Coloniali 26346k
Le voci del tempo e i despoti dell'ora 182k
Lo Sciopero 527k
Natale rosso 83k
Nel sogno d'oltretomba 5561k
Nostalgie proletarie 4687k
Notturno rustico umbro 81k
Oderisi 55k
Orazione Funebre 4033k
Per gli sponsali di F. Bugliosi e M. Passeri 47k
Per la pace di Versaglia 208k
Per le nozze di Luigi Pettinari e margherita Angelucci 1064k
Per una targa e Giordano Bruno 941k
Poesia proletaria 27k
Poesie 827k
Ricordando la comune 99k
Riflessioni poetiche 2574k
Ritratto 44k
Salve Umbria rossa 207k
Spartaco Lavagnini 39k
Umbria rossa 263k
Un'escursione alla grotta di Monte Cucco 6464k
Ungheria cristiana 42k
Un ritratto 42k
Villa Scirca 6720k